STOLA GIADA IN SETA | COD. HUBEQ8073042

STOLA GIADA IN SETA | COD. HUBEQ8073042

Venditore
Equomercato
Prezzo di listino
€27,00
Prezzo scontato
€27,00
Prezzo di listino
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse. Spedizione calcolata al momento del pagamento.

Stola Giada in seta

Dimensioni 50X 180 cm
colore olive/goxirnia/picante/ceddar

Prodotta da EMA - EQUITABLE MARKETING ASSOCIATION - India

Equitable Marketing Association (EMA) è un’organizzazione fondata nel 1977 da un gruppo di giovani ragazzi e ragazze di un college di Calcutta, intenzionati a promuovere il movimento cooperativistico. L’idea iniziale era quella di riunire vari gruppi di artigiani, in modo che per loro fosse più semplice reperire le materie prime e vendere i prodotti. Inizialmente aderirono sette cooperative, ma di anno in anno si sono aggiunti nuovi gruppi e attualmente le organizzazioni coinvolte sono 25.

All’obiettivo iniziale di sostenere gruppi di artigiani nella commercializzazione, se ne è presto aggiunto un altro: quello di creare un progetto ampio che fosse allo stesso tempo progetto economico, sociale e ambientale. Per questo l’associazione, la cui sede iniziale era nella città di Calcutta, ha acquistato un terreno in una zona rurale in cui poter costruire sia gli uffici sia alcune unità produttive.

L’attuale sede di Ema sorge a Baruipur, una municipalità di oltre 44 mila abitanti, situata a 25 km da Calcutta, nello Stato del Bengala. A Baruipur ci sono gli uffici, 4 unità produttive, una struttura che ospita i produttori per cinque giorni la settimana, una mensa, un grande orto in cui si coltivano ortaggi, legumi e frutta, sette pozzi artificiali per la raccolta dell’acqua piovana (per uso agricolo), pannelli solari che forniscono energia pulita e sostengono le attività dell’intero centro.

Le attività produttive di EMA si inseriscono quindi in un percorso più ampio che mira alla creazione di un gruppo che si relazioni, lavori e viva mettendo in pratica dinamiche di rispetto, reciprocità e aiuto mutuo, in cui ognuno possa esprimere le proprie potenzialità, nel rispetto della natura e in armonia con essa. I lavoratori sono scelti tra persone non qualificate, con poche possibilità di trovare impiego altrove, e privilegiando madri sole e disabili.