Collezione: Pietra di Scarto

PIETRA DI SCARTO

Inclusione sociale di soggetti svantaggiati, iniziative di antimafia/lotta al caporalato e alla criminalità mafiosa, tutela dell’ambiente

In un contesto come quello di Cerignola, in provincia di Foggia, luogo di lotte per la terra, sfruttamento e battaglie sindacali presenti e passate, i ragazzi della cooperativa Pietra di Scarto coltivano su terreni confiscati alla mafia foggiana, con l’obiettivo di trasformare uno dei luoghi simbolo del potere mafioso in un laboratorio di rinascita sociale ed economica.

Dal 2010 contribuisce alla costruzione di una società più equa e inclusiva, capace di generare opportunità di integrazione e riscatto attraverso il lavoro e la formazione continua.

Lo fa attraverso progetti di agricoltura sostenibile e di diffusione di una cultura dell’antimafia, coltivando 3 ettari di terreno confiscato, con olive, uva, pomodori e trasformandoli nel nuovo impianto di produzione.

Pietra di Scarto è la cooperativa sociale che ogni giorno vuole “sognare gli altri come ancora non sono”: perchè dopo il carcere, la dipendenza, lo sfruttamento è fondamentale costruire nuove opportunità di inclusione, affinché quanto è stato non sia più, in una società capace di accogliere e non giudicare.

A Cerignola, nel cuore della Puglia si combatte l’illegalità e il caporalato a colpi di olive, passata e vino grazie ai percorsi di inserimento  lavorativo di persone che provengono da situazioni di fragilità e a rischio di esclusione sociale.

Ciascuno cresce solo se sognato.

0 prodotti

Spiacenti, non ci sono prodotti in questa collezione